Antropologia alimentare 65 results
  • Dolci e simbolismo festivo: S. Lucia

    Siamo immersi in pieno clima natalizio, da qui all'Epifania sarà un susseguirsi di pranzi, cene e golosità in onore di sante ricorrenze. Nel precedente post ho parlato ampiamente dell’origine del Panettone, accennando brevemente al legame esistente tra i dolci e le festività. In occasione di S. Lucia, la santa che porta il mio nome, desidero contestualizzare ancora di più questo legame per evidenziare il perché le feste hanno ricette particolari, rituali… e del loro legame con i santi. ...
  • Mercato e supermercato, il valore esperienziale dei luoghi

    Sono sempre stata affascinata dai piccoli mercati o dai mercati rionali. Sarà perché fin da piccola ho imparato a frequentarli mentre mia nonna o mia madre facevano la spesa, la prima in paese e la seconda nella città in cui sono nata e crescita: Roma. Al paese tutto ruotava intorno al mercato o ai piccoli negozi al dettaglio, era sempre una gioia di chiacchiere e scoperta andarci. In città ho imparato invece a conoscere il supermercato, oltre al mercato di quartiere. Due realtà completamente diverse ...
  • Dal pane di segale a Dolce&Gabbana

    Ero intenta nella lettura di “Un consiglio dannatamente buono” di George Lois (un libro che vi consiglio fortemente, se come me siete lettori onnivori e credete nell’impollinazione trasversale delle menti) quando mi sono fermata estasiata al consiglio nr. 30 dell’autore, ad attirare la mia attenzione una foto, quella di una pubblicità del 1960 che ritrae un nativo americano che addenta serenamente un sandwich. ...
  • Diversità culturale e dietetica

    Ho precedentemente accennato a come il nostro concetto di dieta salutare escluda le altre culture, e quanto questo sia un problema estremamente attuale oggi che, le varie professionalità della ristorazione collettiva e di servizi sanitari, sono chiamate a fronteggiare e risolvere. In che modo possono farlo, però? Vediamo come si stanno muovendo in America e in Italia. ...
  • Marketing antropologico e ristorazione tra Big e Thick data

    Seguo da un po' il gruppo DFM – Brigata Ristoratori Intraprendenti, un piccolo salotto in cui varie professionalità della ristorazione entrano in contatto per scambiarsi riflessioni e consigli. Spesso vi leggo il bisogno di arrivare al cliente, profilarlo e fidelizzarlo. E vedo che manca un qualcosa a me molto caro,e che sarebbe estremamente innovativo e di aiuto: il marketing antropologico. Relativamente all'antropologia alimentare ne avevo iniziato a scrivere qui. ...
  • Di Halloween, Ognissanti e di ciò che ci mette nel piatto

    Quella che ci apprestiamo a trascorrere è una delle notti più magiche della tradizione popolare italiana, e non solo. E il cibo diventa importantissimo tassello di tutta la sua affascinante narrazione. Ma per capirne il perché, dobbiamo prima di tutto comprendere il legame del cibo con la festa dei defunti, oggi conosciuta più come Halloween. ...
  • World obesity day 2018: obesità e ristorazione [parte 2]

    Nel precedente post dedicato al World Obesity day 2018 mi sono particolarmente focalizzata sul rapporto esistente tra obesità, etnia e salute, ripromettendomi – nella seconda parte – di dedicare la stessa attenzione al ruolo che la ristorazione collettiva e l'industria alimentare hanno su questo complesso fenomeno sociale e di salute. A colpirmi questa volta un altro paese: l'Africa e in particolare il Sud Africa. Qui un particolare tipo di ristorazione – i fast food – ha innescato una vera e propria epidemia di salute. ...
  • Quell’europeistico modo di intendere la dieta salutare

    Nel mio precedente post sul significato del cibo etnico, ho brevemente sottolineato quanto sia erroneo pensare che una sola dieta vada bene per ogni etnia. Il legame tra genetica, tradizioni e cibo che mangiamo si allineano perfettamente l’uno all'altro, in maniera che la salute del corpo, della collettività e dell’ambiente vengono a coincidere. ...
  • World obesity day 2018: obesità e antropologia [parte 1]

    Quest'anno il World obesity day si è svolto l'11 ottobre, purtroppo per problemi tecnici al sito non ho potuto pubblicare in quel giorno le mie riflessioni sullo stretto rapporto che esiste tra cultura e obesità e, tra questa e l'importanza di una buona educazione alimentare, partendo dalla ristorazione. Ogni anno la campagna ha un tema, il tema del 2018 è “End Weight stigma”. Lo stigma del peso si riferisce ai comportamenti e agli atteggiamenti negativi che sono diretti verso gli ...
  • Che cos’è il cibo etnico?

    Oggi, molte persone nei paesi sviluppati si tende a mangiare per piacere piuttosto che per sopravvivere. Così, qualunque cosa si mangi, si ha il desiderio di consumare cibi che hanno una storia dietro di loro, e siano salutari. Di conseguenza vi è un maggiore interesse per lo slow food. Tuttavia, senza capire il cibo etnico e le sue origini, comprese le persone, la cultura e la regione da cui proviene, è difficile parlare di slow food con chiarezza e la profondità che merita. In ...
  • Come il tagliare gli alimenti ha plasmato l’evoluzione umana

    La nuova teoria degli antropologi Lieberman e Zink, vede nel tagliare carne e alimenti nei primi esemplari di Homo, la possibilità di aver dato inizio a un nuovo cambiamento fisiologico nel nostro genere, poi del tutto confermato dalla cottura.
  • Un mondo in un cucchiaio

    Un articolo di Martina Tommasi che ci spiega usi e costumi legati al cucchiaio, da semplice posata al suo essere amuleto e simbolo di particolari retaggi. perche una posata non è mai solo una posata.