Lezioni di vita e di cucina nella Napoli dei Quartieri Spagnoli

Ho scoperto dell’inziativa di Tina e Angelo Scognamiglio leggendo le pagine dell’ultimo libro di Marino Niola  “Non tutto fa brodo“, e ne sono rimasta deliziata.  La loro frutteria in vico Lungo Gelso 93 si è trasformata in una scuola di cucina napoletana per gli immigrati del capolouogo campano.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=GBO20BdN2JE[/youtube]

Qui, nel retrobottega del negozio, ogni martedì alle 15,30 la signora Tina tiene corsi gratuiti di cucina a chiunque voglia partecipare, e la classe si fa subito multietnica: cingalesi, senegalesi, russi, cinesi magrebini, indiani, maschi e femmine si infilano il grembiule e imparano le ricette più famose della cucina partenopea. In un clima gioioso, dove i confini spariscono e il cibo diventa vettore di conoscenza reciproca, perchè si sa, come dice la signora Tina “davanti a un piatto di pasta siamo tutti uguali“.

Attenzione alle differenze quindi (il maiale, per esempio, è bandito in rispetto alla religione musulmana) e massima apertuta alla cucina, ma anche alla cultura dell’Altro, si insegna e si impara reciprocamente. Il negozio torna ad essere così luogo di relazione, di scambio, e quale citta se non Napoli, che del multiculturalismo ha fatto il suo stendardo, poteva creare un’iniziativa così bella?

Vi lascio con il bellissimo video fatto dalle allieve del master in Comunicazione multimediale dell’enogastronomia dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli: una gioia per gli occhi e per il cuore!

1 Reply to "Lezioni di vita e di cucina nella Napoli dei Quartieri Spagnoli"

  • comment-avatar
    Silvana Santana 2 gennaio 2015 (15:14)

    Salve, mi chiamo Silvana, sono brasiliana sposata con un italiano e mamma di un bellissimo bimbo.
    Sono in Italia da 8 anni e amo la cucina italiana, adoro imparare cose nuove, sono sempre davanti alla televisione nei programmi di cucina.
    Vorrei tantissimo imparare a cucinare i veri piatti napoletani, trucchi e consigli della cucina italiana, ma purtroppo non ho possibilità economiche per pagare un corso.
    Mi congratulo con voi per questa humana iniziativa, e vorrei partecipare alle lezioni, anche se verrò dalla provincia di Caserta, ma faro di tutto per seguire le lezioni.
    Antecipatamente grazie, in attesa di una vostra risposta.

Leave a reply

Your email address will not be published.

3 × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.